La normativa sul biologico e perché noi siamo più biologici del biologico

più biologico del biologicoL’allevamento biologico di animali in Europa è disciplinato dal REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 del 28 giugno 2007 relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici. L’applicazione del decreto negli stati comunitari avviene attraverso il REGOLAMENTO (CE) N. 889/2008.

Per quanto riguarda gli allevamenti biologici, I menzionati decreti, hanno in sostanza stabilito dimensioni, affollamenti ed alimentazione degli animali per un allevamento che voglia fregiarsi del marchio di “produzione agricola biologica”.

Riteniamo che tali prescrizioni, pur riuscendo a garantire un prodotto migliore in termini di alimentazione dell’animale, di benessere animale e quindi di di affollamento degli spazi, si adattino ad un allevamento industriale degli animali.

Il nostro allevamento è di piccole dimensioni in termine di affollamento dello spazio sia interno che esterno. Gli animali dispongono di molto terreno dove vivere in libertà e la loro giornata tipo si trascorre all’aperto. L’alimentazione integrativa è libera da ogm ed autoprodotta in azienda senza l’utilizzo di prodotti chimici.

Facciamo per i diversi animali un confronto tra le prescrizioni previste nei suddetti decreti e quelle previste dal nostro disciplinare di produzione, ossia dei nostri metodi di allevamento.

POLLO

Prescrizioni REGOLAMENTI (CE)
834/2007 e 889/2008.

I Nostri metodi di allevamento

Numero massimo di polli per ettaro = 580

Numero massimo di polli per ettaro = 100

ciascun ricovero non deve contenere più di 4 800 polli

ciascun ricovero non deve contenere più di 200 polli

Età minima di macellazione dei polli: 81 giorni

Età minima di macellazione dei polli: 90 giorni. Il polli crescono all’aperto, si inizia a macellare dopo 90 giorni ma molti polli compiono anche il quarto e quinto mese in fattoria

Superfici coperte disponibile per i polli.

Numero di animali per metro quadro = 10, con un massimo di 21 kg di peso vivo per m 2

Superfici coperte disponibile i polli.

Numero di animali per metro quadro = 1

Superfici scoperte disponibile in rotazione per capo. 4 metri quadri per capo

Superfici scoperte disponibile in rotazione per capo. 50 metri quadri per capo

almeno il 20 % degli alimenti deve provenire dall’azienda stessa, qualora ciò non sia possibile, deve essere ottenuto nella stessa regione in cooperazione con altre aziende biologiche od operatori del settore dei mangimi che applicano il metodo di produzione biologico.

I polli vivono all’aperto, passano a loro piacimento la giornata a razzolarecibandosi di erbe e vermi che i polli trovano nel terreno. L’integrazione alimentare, necessaria soprattutto nel periodo invernale, si ottiene con una miscela di mais, grano, crusca e soia rigorosamente prodotti in azienda con metodi biologici e biodinamici

La luce naturale può essere completata con illuminazione artificiale in modo da mantenere la luminosità per un massimo di 16 ore giornaliere, con un periodo continuo di riposo notturno senza luce artificiale di almeno 8 ore.

I polli seguono il ciclo biologico secondo la luce naturale. I ricoveri non sono dotati di luce artificiale atta a far stare svegli i polli ma solo luci di servizio che solo in caso di necessità vengono accese.

 

CONIGLIO

Prescrizioni REGOLAMENTI (CE)
834/2007 e 889/2008..

I Nostri metodi di allevamento

Il regolamento   prevede per i conigli prescrizioni solo per le coniglie riproduttrici. Numero massimo di coniglie riproduttrici per ettaro = 100

Nel nostro allevamento i conigli vivono allo stato brado ed hanno creato diverse colonie negli otto ettari di terreno recintato. Non abbiamo un censimento del numero di esemplari ma dovrebbero aggirarsi ad oggi a circa 150/200 unità.

Almeno il 60 % degli alimenti deve provenire dall’azienda stessa o, qualora ciò non sia possibile, deve essere ottenuto nella stessa regione in cooperazione con altre aziende biologiche od operatori del settore dei mangimi che applicano il metodo di produzione biologico.

I conigli vivono allo stato brado, non viene somministrata alcuna alimentazione integrativa. I conigli si alimentano scegliendosi da soli l’erba dei campi.

 

MAIALI

Prescrizioni REGOLAMENTI (CE)
834/2007 e 889/2008.

I Nostri metodi di allevamento

Numero massimo di maiali per ettaro = 14

Numero massimo di maiali per ettaro = 4

almeno il 20 % degli alimenti deve provenire dall’azienda stessa, qualora ciò non sia possibile, deve essere ottenuto nella stessa regione in cooperazione con altre aziende biologiche od operatori del settore dei mangimi che applicano il metodo di produzione biologico.

I maiali vivono allo stato semibrado, passano l’intera giornata tra i campi di cui parte piantumato a frutteto. La loro dieta è costituita da ciò che i maiali trovano sul terreno (frutta, erbe, noci, ghiande, ecc.), frutta e verdura che residuano dalle coltivazioni. L’integrazione alimentare (circa il 30% della loro dieta) viene ottenuta con una miscela di mais, grano, crusca, soia rigorosamente prodotti in azienda con metodi biologici e biodinamici

 

AGNELLI

Prescrizioni REGOLAMENTI (CE)
834/2007 e 889/2008.

I Nostri metodi di allevamento

Superfici coperte disponibile per gli agnelli.

Numero di metri quadri per agnello= 0,35 m2

Superfici coperte disponibile per gli agnelli.

Numero di metri quadri per agnello= 1

Superfici scoperte disponibile per agnello = 0,5 metri quadri

Superfici scoperte disponibile per agnello = 500 metri quadri per capo

Almeno il 60 % degli alimenti deve provenire dall’azienda stessa o, qualora ciò non sia possibile, deve essere ottenuto nella stessa regione in cooperazione con altre aziende biologiche od operatori del settore dei mangimi che applicano il metodo di produzione biologico.

Le pecore e gli agnelli vivono costantemente al pascolo, dalla mattina all’alba fino alla sera al tramonto. L’alimentazione integrativa è ridotta al minimo, solo ad esempio nei giorni di maltempo quando gli agnelli non escono. Essa consiste in foraggio autoprodotto con metodi biologici e biodinamici

   RIPRENDONO LE CONSEGNE A DOMICILIO in diverse zone delle province di NAPOLI, CASERTA e BENEVENTO. Prossima consegna prevista venerdì 22 giugno 2018, compila il form e verifica se la tua zona è coperta dal servizio